04/05/2014 Valbondione - Rifugio Curò (sentiero invernale)

imgp5425 1720

Informazioni sintetiche:

Percorso: Valbondione - Rifugio Curó (sentiero Invernale)

Collegamento escursione: http://cyclemeter.com/a964249a4e064475/Hike-20140504-0734?r=e

Tempo escursione: 4:25:58

Distanza: 9,85 km

Salita: 1211 metri

Discesa: 1209 metri

Sentieri: CAI 332 (invernale rifugio curò)

Difficoltà: EE



Parto da localita Pianlivere (m.970), frazione di Valbondione, alle 7e 30 del mattino. Seguo il segnavia 332, detto “sentiero invernale” che porta la rifugio Curò passando prima per il grazioso nucleo di Maslana (m.1150). Tengo quindi la mia destra, sempre su sentiero ben segnato e continuo nel fondovalle, quando uscito dal bosco mi trovo i resti della grande slavina scesa a fine Gennaio… La risalgo con cautela e giungo all’osservatorio di Maslana che si trova addossato ad un masso gigantesco. Qui incontro anche un gruppo di stambecchi!

Panorama10

Lasciato l’osservatorio dopo alcune foto proseguo nel bosco, costeggiando il fiume Serio, e raggiungo una ripida pietraia che con numerosi zig-zag mi porta alla fascia rocciosa che blocca la valle. Da qui il sentiero è attrezzato con catene e corde metalliche per facilitare la salita in caso di terreno bagnato. Appena uscito dal canalino, proprio sotto il rifugio Consoli, vengo colpito da forti raffiche di vento. Costeggio allora il rifugio e seguendo un traverso sulla neve congelata raggiungo l’ostello Curò, di recentissima costruzione, e da qui il rifugio omonimo (m.1915). Il vento è talmente fastidioso che subito entro a cercare riparo. Torta, caffè e Genepì sono d’obbligo e dopo due chiacchiere con i rifugisti esco per alcune foto al lago artificiale del Barbellino ancora coperto dalla neve! Torno poi sui miei passi fino a quota 1500 circa, dove mi fermo davanti alle cascate del Serio a godermi il panorama per un’ora abbondante.


ViiepoMCa© Angelo Corna 2013