Giorno 2: Rifugio Grassi - Pizzo Tre Signori dalla via del caminetto - Ornica

Panorama3

Sveglia alle 7 con una giornata stupenda! Dopo colazione ed il saluto ai Capanat ci incamminiamo seguendo il sentiero 101 (percorso qualche ora prima) in direzione dellla Bocchetta Alta. Parte da quì il sentiero per la vetta del Tre Signori, detto Via del Caminetto (sentiero SEL 45 - tempo di percorrenza 45 minuti). Attacchiamo la ripida cresta e tra saltelli rocciosi raggiungiamo la base del “caminetto”, attrezzato con catene fisse per agevolare la salita. All’uscita tenendo la sinistra superiamo una cencia piuttosto esposta, anch’essa attrezzata con funi metalliche, ed in pochi minuti, seguendo il filo di cresta arriviamo alla vetta del Pizzo Tre Signori (m.2554) che prende il suo nome dal fatto che anni addietro era il punto di confine tra le Signorie della Repubblica Veneta, il Ducato di Milano e la Repubblica dei Grigioni. 

Il panorama è bellissimo! Pur non essendo una giornata limpidissima (il cielo è tornato grigio) si intravede tutto il gruppo del Bernina, Orobie Brembane e Seriane, le  Grigne, il Legnone, il Resegone… La vetta è invasa dagli escursionisti saliti dalle varie direzioni e dopo qualche foto e due chiacchiere scendiamo seguendo il sentiero CAI 106, che in ripida discesa ci porta alla Bocchetta d’Inferno (m.2306) posta sopra l’omonimo lago. Continuiamo la discesa lungo la Valle dell’Inferno transitando sotto la Sfinge, caratteristico torrione a guardia del Tre Signori fino ad arrivare nei pressi della collina erbosa chiamata Ol Poiat (m.2080) ed al bivio con il sentiero 101. Seguiamo invece il segnavia 106 e torniamo a ripercorrere il sentiero seguito all’andata che in circa due ore ci riporta ad Ornica… 

Un giro molto bello, con un dislivello piuttosto impegnativo ma che diviso in due giorni permette una salita diversa del Pizzo dei Tre Signori consentendo un giro ad anello ed anche qualche divertente passaggio su roccia nel tratto di “Via del Caminetto”.


La leggenda del Lago di Sasso e del Pizzo Tre Signori...


 



ViiepoMCa© Angelo Corna 2013