Giorno 1: Carona - Rifugio Calvi

Panorama

Parto in compagnia di Giusi da Carona, circa alle 11 del mattino, per un paio di giorni nella zona del Rifugio F.lli Calvi. La giornata si presenta molto bella, e sistemati gli zaini ci incamminiamo sul classico sentiero 210, passando per il borgo dei Pagliari (m.1313) e costeggiando la cascata della Valsambuzza (m.1375). In circa un’ora raggiungiamo il Lago del Prato, zona di sosta e picnic per famiglie, dove alla nostra sinistra si stacca il sentiero che porta al Rifugio Longo. Proseguiamo tenendo invece la destra ed in costante salita arriviamo alla diga del Lago Fregabolgia (m.1957).

Su comodo sentiero arriviamo in altri 20 minuti al Rifugio Calvi (m.2025), dove ci fermiamo circa un paio d’ore per pranzare. Recuperate le energie pensiamo di proseguire per un breve tratto sul Sentiero delle Orobie, che a tratti risulta ancora coperto di neve nonostante la bassa quota. La val Camisana, già molto ricca d’acqua, con la neve che si va a sciogliere un pò ovunque è diventata una palude! Proseguiamo comunque fino oltre le Baite del Poris, quando incontriamo un corso d’acqua che per venire attraversato ci costringerebbe a levare gli scarponi ed immergergi nell’acqua gelida fino alle ginocchia!

Questo inconveniente ed il tempo incerto ci convince per un dietro-front al Rifugio Calvi dove ci fermiamo a cenare e dormire...



ViiepoMCa© Angelo Corna 2013