10/06/2016 Monte delle Galline, Cima Papa Giovanni e Cima di Mezzeno

IMGP5100

Informazioni Sintetiche:

Percorso: Baite di Mezzeno - Passo di Caronella - Monte delle Galline - Cima Papa Giovanni - Cima di Mezzeno - Rifugio Laghi Gemelli - Passo di Mezzeno - Baite di Mezzeno

Tempo Escursione: Circa 5 ore

Distanza: 14,76 km

Ascesa: 1011 metri

Discesa: 1072 metri

Quota massima: 2218 metri 

Quota minima: 1589 metri

Segnavia: CAI 270A dalle baite di Mezzeno al Passo di Marogella - Tracce e creste per le vette del Monte delle Galline, cima papa Giovanni e cima di Mezzeno - CAI 232 per il periplo dei Laghi Gemelli - CAI 215 per la discesa dal Passo di Mezzeno alle Baite.

Difficoltà: EE


In questa bella giornata di sole sono in compagnia di Giusi e Guya… Partiamo dalle Baite di Mezzeno (m.1600 circa) alle otto e trenta del mattino. Seguiamo il sentiero CAI 270A che sale al Passo di Marogella e che compiendo ampi  zig-zag tra pascoli erbosi ci porta in breve al suo culmine (m.1869). Bellissimo il panorama su Arera, Corna Piana e monte Menna posti proprio di fronte a noi… 

Panorama

Lasciamo il sentiero e seguiamo le tracce che salgono alla nostra sinistra in direzione dell’evidente promontorio del Monte delle Galline (m.2131) che raggiungiamo in circa 45 minuti. Sulla sua vetta è posto un’omino di pietre. Dopo qualche foto ed una breve pausa proseguiamo il nostro percorso “in cresta” fino ad un’altro caratteristico torrione senza nome… Decidiamo di salire anche quello e tra erba e roccette guadagniamo la sua cima posta a metri 2150. La mia compagna di viaggio decide di assegnare il suo nome a questa elevazione rocciosa che si eleva tra il Monte delle Galline e cima Papa Giovanni, mentre al sottoscritto spetta il gravoso compito di costruire l’omino di pietre sulla sua vetta!! 

Abbandonato anche il “Pizzo di Giusi” scendiamo leggermente fino ad intercettare la traccia che sale in direzione della cima di Papa Giovanni (m.2230), ex cima di Mezzeno e ribattezzata cosi in onore del pontefice. Raggiunta anche questa elevazione non ci resta che soffermarci ad osservare i bellissimi Laghi Gemelli posti sotto di noi… Qualche scatto fotografico e dalla Val Seriana inizia a salire la nebbia! Senza perdere troppo quota decidiamo di salire anche la poco distante Cima di Mezzeno (m.2230) piuttosto rocciosa dal nostro lato ma molto più docile scendendo in direzione del Passo di Mezzeno. Visto che il sole ha ceduto il posto alle nuvole basse ed alla nebbia continuiamo sul sentiero CAI 215 in direzione dei Laghi Gemelli e dell’omonimo rifugio (m.1953) dove ci fermiamo per il nostro pranzo al sacco… Il mio sguardo finisce subito sul Pizzo del Becco, salito 24 ore prima in compagnia di Ennio. Non mi stupisco di restare a bocca aperta osservando queste bellissime montagne, viste e riviste ormai centinaia di volte e che ancora non mi annoiano, anzi, ogni giorno mi sembrano più belle. Consumato il nostro panino percorriamo la diga lungo il suo coronamento, compiendo un giro completo dei Laghi fino al Passo di Mezzeno (m.2144). La discesa avviene sul segnavia CAI 215 che in circa un’ora ci riporta alle Baite ed al punto di partenza.










 

ViiepoMCa© Angelo Corna 2013