28/04/2016 Monte Molinasco

Schermata 2016-04-28 alle 20.01.19

Informazioni Sintetiche:

Percorso: Alino (San Pellegrino) - Monte Molinasco

Tempo Escursione: circa due ore

Distanza: 7,25 km

Ascesa: 509 metri

Discesa: 511 metri

Quota massima: 1128 metri

Quota minima: 624 metri

Segnavia: Tracce

Difficoltà: E


Ogni tanto dimentichiamo qualche montagna, forse troppo presi da vette più alte o più importanti. E’ proprio il caso del monte Molinasco (o Ronco), che con una veloce passeggiata con partenza da Alino (San Pellegrino) regala un bellissimo panorama sulla Val Brembana e sui paesi di San Giovanni Bianco e San Pellegrino Terme… In questa giornata uggiosa decido cosi di fare una visita a questa vetta minore nel gruppo del Sornadello e m’incammino seguendo la strada agro-silvo-pastorale (in alcuni tratti è possibile evitarla e seguire un sentierino) fino alla frazione di Cà Boffelli (m.971) bellissima contrada dalle tipiche costruzioni in pietra. Purtroppo il cielo è sempre più grigio ed inizia a piovere… Ormai sono convinto che le maledizioni della mia “compagna di cordata”, che oggi  non può essere presente per lavoro, si stiano avverando!

Panorama

Un segnavia indica il percorso da seguire per il Monte Molinasco e lasciando alle mie spalle il caratteristico borgo mi incammino sul sentiero di ciottolato fino al cartello che indica a destra per la Baita Alpini di San Giovanni Bianco. Seguendo il sentiero raggiungo la bella Baita posta a metri 1070 circa ed in circa dieci minuti la vetta del Monte Molinasco a metri 1179. La pioggia lascia il posto ad un leggera nevicata di ghiaccio, probabilmente spostata dal vento, mentre ogni tanto un raggio di sole fa capolino giusto per ricordarmi che alla fine e primavera!! 

Scatto qualche foto e ridiscendo seguendo il percorso comune all’andata fino ad Alino, dove mi fermo a visitare la Chiesa di San Bernardino, costruita sui resti di un’altra chiesetta dedicata a San Lino ed eretta nel 1450. Da questa chiesetta prende il nome la contrada “Ad Linum”, divenuta poi l’odierna Alino.






 

ViiepoMCa© Angelo Corna 2013