07/12/2014 Valcanale - Monte Campagano - Rifugio Alpe Corte

imgp1195 1720

Informazioni Sintetiche:

Percorso: Monte Campagano ad anello

Collegamento escursione: http://cyclemeter.com/a964249a4e064475/Hike-20141207-0828

Tempo escursione: 4:30:50

Tempo di fermata: 13:47

Distanza: 12,89 km

Media: 21:01 /km

Miglior passo: 9:15 /km

Salita: 1119 metri

Discesa: 1107 metri

Difficoltà: E

Sentieri: CAI 265 fino alla Forcella di Zulino, tracce per la cima del monte Campagano, CAI 265A dalla Forcella di Zulino al Rifugio Alpe Corte, CAI 220 dal Rifugio all’auto.



Parto alle 7,30 da Valcanale, sul segnavia CAI 265 che inizia qualche centinaio di metri prima del sentiero che conduce al Rifugio Alpe Corte.

Panorama

Salgo rapidamente nel bosco con regolarità e dopo circa un’ora raggiungo la Baita Bassa del Monte Zulino (m.1441). Continuo per pascoli, con una visibilità purtroppo ridotta al minimo a causa della nebbia, e seguendo il sentiero ben segnato arrivo ad un abbeveratoio con segnavia che indica il rifugio Alpe Corte (CAI 265A che percorrerò al ritorno). Sempre per prati raggiungo Baita Zulino di Mezzo (m.1600).               Il sentiero prosegue alla mia sinistra, e dopo alcuni tornanti ed altri 150 m. di dislivello raggiungo la Forcella di Zulino (m.1750). Qui la visuale dovrebbe spaziare su tutto il gruppo Arera-Secco-Fop… Ma purtroppo non si vede assolutamente nulla!

Senza perdermi d’animo seguo il sentierino alla mia sinistra e raggiungo la Baita Alta di Zulino, e seguendo una labile traccia risalgo la dorsale erbosa che si addentra a tratti nei pini mughi e a tratti nell’erba umida. Raggiungo un’antecima segnata sulla carta come quota 1940, dal quale parte la cresta, in alcuni tratti un pochino esposta ma mai troppo difficile, anche se le tracce di passaggio sono sempre meno. Raggiungo una seconda collina erbosa e da qua il sentiero si fa pianeggiante, ampio e coperto di neve fresca! Non c'è nessuna traccia e proseguo per intuito per circa un km, tenendo il lato destro, fino ad arrivare ad un omino di pietre sepolto dalla neve, vetta del Monte Campagano (m.2053). Dalle relazioni prese in rete sembra che si possa scendere anche dal versante opposto e ricongiungersi al sentiero che porta al Rifugio Alpe Corte, ma non vedendo nulla e non trovando altre tracce scatto alcune foto (probabilmente per abitudine) e senza nemmeno cambiare maglietta torno sui miei passi seguendo le peste lasciate sulla neve poco prima…    Con non poca difficolta ritrovo tra la nebbia (e grazie al gps!) la traccia che mi riporta in circa 30 minuti alla Forcella di Zulino. Ripercorro per un paio di km il sentiero CAI 265 fino all’incrocio con il 265A. Un segnavia lo indica anche come giro del Camplano e indica il Rifugio Alpe Corte a circa 2,30 ore di cammino. Decido allora di chiudere la giornata con questo giro ad anello, che su un sentierino piuttosto “malconcio", in alcuni tratti dissestato anche a causa delle abbondanti pioggie degli ultimi giorni, mi porta tra saliscendi nel bosco e distese di prati, al rifugio Alpe Corte (m.1410).

Dal rifugio scendo a Valcanale in circa mezz’ora seguendo il segnavia CAI 220, senza avere incontrato nessuno in tutta la giornata...



Valcanale o

ViiepoMCa© Angelo Corna 2013